Commissione d’accesso a Villa San Giovanni (RC), Governo avvertito quasi un anno fa.

La commissione d’accesso antimafia inviata al comune di Villa San Giovanni dimostra che questa è una zona particolarmente problematica della Calabria. Dopo troppo silenzio, ora servono risposte chiare e concrete da parte dello Stato , dopo la decisione del prefetto di Reggio Calabria di disporre un accesso ispettivo per accertare eventuali infiltrazioni mafiose all’interno del comune di Villa San Giovanni.

Dopo le indagini giudiziarie che avevano svelato gli interessi della ‘ndrangheta sulla zona avevo presentato due interrogazioni al governo: una per chiedere urgenti politiche volte a prevenire le infiltrazioni mafiose negli appalti locali e l’altra proprio per accertare infiltrazioni mafiose all’interno dell’amministrazione di Villa San Giovanni. Dispiace però constatare che il governo abbia impiegato quasi un anno dalle mie denunce prima di inviare la commissione.

Quanto accaduto oggi, però, deve portare le istituzioni tutte a riflettere sul proprio ruolo: bisogna mantenere alta l’attenzione dello Stato nella lotta all’anti-stato, soprattutto nelle realtà che per troppo tempo sono state considerate periferiche e lontane. Un impegno serio e concreto, da prendere in primo luogo in sede parlamentare.

Passaparola! Condividi questo post:Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.